CODICE ETICO
Fimek S.r.l.

PREMESSA
Il presente "Codice etico" contiene i principi ispiratori su cui si fonda la politica aziendale, rilevanti anche ai fini della prevenzione dei reati di cui al D.Lgs. 231/2001, e costituisce la base su cui impostare il sistema di controllo preventivo. Attraverso questo documento Fimek intende diffondere i valori di correttezza, lealtà, integrità e trasparenza, che devono improntare le azioni ed i comportamenti dei soggetti che operano nell'ambito della Società stessa.
Per questo motivo Fimek si impegna a promuoverne e diffonderne la conoscenza, nonché a vigilare affinché le prescrizioni contenute nel presente Codice Etico siano rispettate, mettendo in atto, in caso di necessità, gli interventi correttivi ritenuti più idonei.
Il presente Codice Etico è un documento ufficiale, in cui si esprimono i principi ispiratori e gli obiettivi primari cui vuole tendere l'azienda anche attraverso la raccomandazione, la promozione o il divieto di determinati comportamenti, al di là ed indipendentemente da quanto previsto a livello normativo.
Questo documento è da considerarsi parte integrante del Modello di organizzazione, gestione e controllo della Società, contenendo, tra l'altro, i principi generali e le regole comportamentali cui
Fimek riconosce valore positivo ed a cui devono conformarsi tutti i destinatari del Codice.

AMBITO DI APPLICAZIONE
All'osservanza di questo documento sono tenuti tutti i soggetti organicamente o funzionalmente legati all'ente quali amministratori, i dipendenti, inclusi i dirigenti nonché per tutti coloro che,
pur esterni alla Società, operano, direttamente o indirettamente, per l'azienda (es. Consulenti, Fornitori, Partner commerciali).
Tutti i destinatari sono tenuti ad osservare e, per quanto di propria competenza a fare osservare, i principi contenuti nel Codice Etico, il quale si applica anche alle attività svolte dalla Società all'estero. In nessuna circostanza la pretesa di agire nell'interesse dell'azienda giustifica l'adozione di comportamenti in contrasto con quelli enunciati nel presente documento.
L'osservanza delle norme del Codice deve, in particolare, considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti della Società ai sensi e per gli effetti delle disposizioni di cui
all'art. 2104 e seguenti del codice civile. La violazione delle norme del Codice Etico lede il rapporto di fiducia instaurato con la Società e può portare ad azioni disciplinari e di risarcimento del danno, fermo restando, per i lavoratori dipendenti, il rispetto delle procedure di cui all'art. 7 della Legge 20 maggio 1970 n. 300 (c.d. Statuto dei Lavoratori), dei contratti collettivi di lavoro e degli eventuali regolamenti aziendali.
Fimek si impegna a ricercare nei fornitori e collaboratori esterni professionalità idonea e impegno alla condivisione dei principi e contenuti del Codice e promuove la costruzione di rapporti duraturi per il progressivo miglioramento della performance nella tutela e promozione dei principi e contenuti del Codice.

PRINCIPI DI RIFERIMENTO E NORME DI COMPORTAMENTO PRINCIPI GENERALI

Libertà e Democrazia. La libertà dai vincoli dell'appartenenza politica e dai poteri economici e finanziari, garantisce alla Società la possibilità di realizzare con indipendenza e autonomia ogni altro valore.Fimek promuove la partecipazione democratica dei soci all'esercizio della proprietà sociale e al controllo sulle attività sociali ed economiche. Il potere di decisione è affidato al voto libero dei soci nelle assemblee e negli organismi elettivi sulla base di quanto stabilito dallo Statuto e dai Regolamenti Interni.

Diritti delle Persone e Parità. Fimek costruisce il proprio sviluppo senza cedere a nessuna forma di sfruttamento del lavoro e delle persone, contrastando incertezza e precarietà e perseguendo il lavoro sicuro e di qualità. Fimek si impegna a comportarsi con equità e giustizia verso tutti i propri dipendenti e collaboratori rispettandone la dignità, i diritti e favorendone la crescita professionale.Fimek sostiene le politiche per le pari opportunità, contro ogni forma di esclusione e segregazione,comprese quelle di genere.

Mutualità, Equità, Solidarietà. Fimek fonda il rapporto con i propri soci sui principi della mutualità, dell'equità nello scambio del valore sociale ed economico prodotto. La ricchezza creata da Fimek, contribuisce allo sviluppo del patrimonio intergenerazionale.

Responsabilità Sociale. Fimek coniuga le esigenze competitive con la cura dell'ambiente circostante, delle comunità in cui è inserita, delle persone che vi lavorano e di quelle che usufruiscono dei suoi servizi o acquistando i suoi prodotti. Fimek promuove uno sviluppo economico sostenibile, salvaguardando i diritti delle generazioni future.
Fimek nell'ambito delle sue attività e nella conduzione dei propri affari opera sulla base dei principi di LEGALITA', TRASPARENZA E TRACCIABILITA' DELLE OPERAZIONI, CORRETTEZZA E IMPARZIALITA'.

Legalità. Fimek reputa il rispetto delle normative nazionali ed internazionali come condizione vincolante e imprescindibile del proprio agire. Ogni esponente e dipendente aziendale deve impegnarsi al rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti. Tale impegno è esteso anche a consulenti, fornitori, clienti e chiunque abbia rapporti con Fimek. I dipendenti saranno messi a conoscenza delle leggi e dei comportamenti conseguenti; qualora esistessero dei dubbi su come procedere per conformarsi alla legge la Direzione aziendale informerà adeguatamente i propri dipendenti. La Società ispira inoltre le proprie decisioni ed i propri comportamenti alle possibili evoluzioni del quadro normativo.
Fimek assicura un adeguato programma di formazione e sensibilizzazione continua sulle problematiche attinenti al presente codice etico.

Trasparenza tracciabilità delle operazioni. Ogni operazione e transazione deve essere correttamente registrata, autorizzata, verificabile legittima, coerente e congrua. Per ogni operazione vi deve essere un adeguato supporto documentale al fine di poter procedere, in ogni momento, all'effettuazione di controlli che attestino le caratteristiche e le motivazioni dell'operazione ed individuino chi ha autorizzato, effettuato, registrato, verificato l'operazione stessa. E' compito di ogni dipendente ed esponente aziendale far si che la documentazione di supporto sia
facilmente rintracciabile e ordinata secondo criteri logici. In tutti i rapporti interni ed esterni l'ente opera con trasparenza, intesa come chiarezza, completezza e pertinenza delle informazioni.
Fimek utilizza criteri oggettivi e trasparenti per la scelta dei fornitori. Tale scelta, nel rispetto delle norme vigenti e delle procedure interne, avvenire in base a valutazioni obiettive relative alla
qualità, alla competitività ed alle condizioni economiche praticate.

Correttezza. Fimek opera con lealtà nelle transazioni economiche e nel rispetto delle norme sulla concorrenza e correttezza nelle pratiche commerciali rifiutando, in particolare, condotte scorrette ingannevoli o aggressive. I destinatari, devono agire correttamente al fine di evitare situazioni di conflitto di interessi, intendendosi per tali tutte le situazioni in cui il perseguimento del proprio interesse individuale sia in contrasto con gli interessi e/o la mission della Società. Fimek riconosce il valore della concorrenza quando ispirata ai principi di correttezza, leale
competizione e trasparenza nei confronti degli operatori presenti sul mercato, impegnandosi a non danneggiare indebitamente l'immagine dei competitor e dei loro prodotti.

Imparzialità. Fimek disconosce e ripudia ogni principio di ingiustificata discriminazione basato sul sesso, sulla nazionalità, sulla religione, sulle opinioni personali e politiche, sull'età, sulle condizioni di salute e sulle condizioni economiche dei propri interlocutori, ivi inclusi i propri fornitori. Il personale è assunto unicamente in base a regolari contratti di lavoro, non essendo tollerata alcuna forma di lavoro irregolare. Il candidato deve essere reso edotto di tutte le caratteristiche attinenti il rapporto di lavoro.

OBIETTIVI STRATEGICI: 1) SICUREZZA SUL LAVORO E TUTELA DELL'AMBIENTE
Fimek si impegna formalmente a fare della sicurezza sul luogo di lavoro una priorità assoluta. La Società intende adeguarsi e fare propria, in materia di salute e sicurezza sul lavoro, una cultura fondata sulla prevenzione degli eventi incidentali ed il controllo dei rischi in un'ottica di continuo miglioramento assumendo come prerequisito il rispetto della vigente legislazione in materia (in particolare D.Lgs. 81/2008). Le decisioni assunte nell'ambito della salute e sicurezza dei lavoratori sono fondate sui seguenti criteri:
a) evitare i rischi;
b) valutare i rischi che non possono essere evitati;
c) combattere i rischi alla fonte;
d) adeguare il lavoro all'uomo, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e
la scelta delle attrezzature di lavoro e dei metodi di lavoro e di produzione, in particolare per
attenuare il lavoro monotono e il lavoro ripetitivo e per ridurre gli effetti di questi lavori sulla salute;
e) tener conto del grado di evoluzione della tecnica;
f) sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso;
g) programmare la prevenzione, mirando ad un complesso coerente che integri nella medesima la
tecnica, l'organizzazione del lavoro, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l'influenza dei fattori
dell'ambiente di lavoro;
h) dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;
i) impartire adeguate istruzioni ai lavoratori.
Tali principi sono concretizzati nella adozione delle misure necessarie per la protezione della sicurezza e salute dei lavoratori, comprese le attività di prevenzione dei rischi professionali, d'informazione e formazione, nonché l'approntamento di un'organizzazione e dei mezzi necessari. Tutta la Società, sia ai livelli apicali che a quelli operativi, deve attenersi a questi principi, in particolare quando devono essere prese delle decisioni o fatte delle scelte e, in seguito, quando le stesse devono
essere attuate. Nell'ambito della propria attività Fimek si ispira inoltre al principio di rispetto e salvaguardia dell'ambiente.

OBIETTIVI STRATEGICI: 2) QUALITA' E SICUREZZA DEI PRODOTTI
Fimek fa della sicurezza alimentare un proprio obiettivo primario e strategico impegnandosi ad immettere sul mercato prodotti sicuri. Fimek persegue l'obiettivo di un livello elevato di tutela della vita e della salute umana, della tutela degli interessi dei consumatori, comprese le pratiche leali nel commercio, tenuto conto della tutela della salute e del benessere degli animali, della salute vegetale e dell'ambiente. Ai fini del conseguimento dell'obiettivo generale di un livello elevato di tutela della vita e della salute umana, Fimek basa la propria attività sull'analisi del rischio. La gestione del rischio tiene conto dei risultati della valutazione del rischio e del principio di precauzione. Fimek intende tutelare gli interessi dei consumatori per consentirgli di compiere scelte consapevoli in relazione ai prodotti che loro utilizzano. Fimek rifiuta e mira a prevenire:
a) le pratiche fraudolente o ingannevoli;
b) ogni altro tipo di pratica in grado di indurre in errore il cliente.
È inoltre garantita la rintracciabilità dei prodotti tramite la predisposizione di sistemi e procedure che consentano di mettere a disposizione delle autorità competenti, qualora lo richiedano, le dovute informazioni.

OBIETTIVI STRATEGICI: 3) TUTELA DEL CLIENTE
Fimek assicura la fiducia accordatale dai clienti e ne tutela gli interessi. Ai clienti riconosce come fondamentali i diritti:
a) alla tutela della salute;
b) alla sicurezza e alla qualità dei prodotti;
c) ad una adeguata informazione e ad una corretta pubblicità;
d) alla correttezza, alla trasparenza ed all'equità nei rapporti contrattuali.
Fimek vieta inoltre qualsiasi tipo di pratica commerciale scorretta in particolare ingannevole, anche in forma omissiva, e/o aggressiva. Una pratica commerciale è scorretta se è contraria alla diligenza professionale, ed è falsa o idonea a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico del cliente che essa raggiunge o al quale è diretta, o del membro di un gruppo qualora la pratica commerciale sia diretta a un determinato gruppo di clienti. L'etichettatura, la presentazione, la pubblicità, ed ogni altra forma di comunicazione commerciale
rivolta al consumatore devono essere realizzate in maniera da assicurarne la corretta e trasparente informazione.
L'azienda riconosce e garantisce ai possibili acquirenti del proprio prodotto il diritto di ricevere tutte le informazioni necessarie per compiere una scelta consapevole al momento dell'acquisto.

RAPPORTI CON GLI INTERLOCUTORI E LA P.A.
La Società si impegna a mettere in atto tutte le misure necessarie a prevenire ed evitare fenomeni di corruzione e concussione. Non è consentito che siano versate somme di denaro, esercitate altre forme di corruzione allo scopo di procurare vantaggi diretti o indiretti alla Società stessa. Si fa divieto di accettare doni o favori da parte di terzi che oltrepassino le normali regole di ospitalità e cortesia. Gli esponenti della Società, ovvero gli Amministratori, i Dirigenti, i Funzionari e ogni altro dipendente, non devono accettare, neanche in occasione di festività, regali e altre utilità correlate alle loro attività professionali che non siano di modico valore. Ogni esponente societario che riceva, direttamente o indirettamente, richieste o offerte di omaggi o benefici
eccedenti l'importo di riferimento, deve essere autorizzato dal responsabile di direzione o dal superiore diretto, se dipendente, e deve darne comunicazione all'Amministratore.
Gli esponenti societari non chiedono per sé o per gli altri, né accettano regali o altre utilità da un subordinato o da suoi parenti. Il dipendente non offre regali o altre utilità ad un sovraordinato o ai suoi parenti o conviventi, salvo quelli d'uso di modico valore. In ogni caso, gli esponenti di Fimek si astengono da pratiche non consentite dalla legge, dagli usi commerciali o dagli eventuali codici etici delle Società o degli enti con i quali si hanno rapporti.

Principi base relativamente ai rapporti con gli interlocutori dell'ente: Pubblica Amministrazione. Non è consentito offrire denaro o doni a dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione o a loro parenti, sia italiani che di altri paesi, salvo che si tratti di doni o utilità d'uso di modico valore. Si proibisce di offrire o di accettare qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore di valore per ottenere un trattamento più favorevole in relazione a qualsiasi rapporto intrattenuto con la Pubblica Amministrazione.
In quei Paesi dove è nel costume offrire doni a clienti od altri, è possibile agire in tal senso quando questi doni siano di natura appropriata e di valore modico, ma sempre nel rispetto delle leggi. Ciò non deve comunque mai essere interpretato come una ricerca di favori. Quando è in corso una qualsiasi trattativa d'affari, richiesta o rapporto con la Pubblica Amministrazione, il personale incaricato non deve cercare di influenzare impropriamente le decisioni della controparte, comprese quelle dei funzionari che trattano o prendono decisioni, per conto della Pubblica Amministrazione. Nel caso specifico dell'effettuazione di una gara con la Pubblica Amministrazione si dovrà operare nel rispetto della legge e della corretta pratica commerciale.
Fimek non dovrà farsi rappresentare, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, da un consulente o da un soggetto "terzo" quando si possano creare conflitti d'interesse.
Nel corso di trattative, richiesta di autorizzazione (es. registrazione, riconoscimento, e altre forme di autorizzazione), o rapporto commerciale con la Pubblica Amministrazione non vanno intraprese (direttamente o indirettamente) le seguenti azioni:
- esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare
dipendenti della Pubblica Amministrazione a titolo personale;
- offrire o in alcun modo fornire omaggi;
- sollecitare o ottenere informazioni riservate che possano compromettere l'integrità o la reputazione di entrambe le parti.
In occasione di controlli ufficiali, ispezioni, audit o altre verifiche tutti gli esponenti aziendali e dipendenti sono tenuti a collaborare ed agevolare il lavoro degli organi di controllo fornendo loro ogni informazione richiesta. Qualsiasi violazione (effettiva o potenziale) commessa dall'ente o da terzi va segnalata tempestivamente alle funzioni interne competenti.

DIFFUSIONE E FORMAZIONE SUL CODICE ETICO
La Società si impegna a garantire una puntuale diffusione interna ed esterna del Codice Etico e a favorirne la condivisione mediante.
- distribuzione a tutti i componenti degli organi sociali e a tutto il Personale;
- affissione in luogo accessibile a tutti;
- messa a disposizione dei terzi destinatari e di qualunque altro interlocutore sul sito internet della Società e/o inserimento di apposite clausole contrattuali.
L'Organismo di Vigilanza promuove periodiche iniziative di formazione sui principi del presente Codice, pianificate anche in considerazione dell'esigenza di differenziare le attività in base al ruolo ed alla responsabilità delle risorse interessate, ovvero mediante la previsione di una formazione più intensa e caratterizzata da un più elevato grado di approfondimento per i soggetti qualificabili come 'apicali' alla stregua del D. Lgs. 231/2001, nonché per quelli operanti nelle aree qualificabili come "a rischio" ai sensi dell'adottando Modello organizzativo.

REVISIONE DEL CODICE ETICO
La revisione del Codice è subordinata alla segnalazione di eventuali carenze.

SISTEMA SANZIONATORIO
La violazione delle disposizioni contenute nel presente Codice Etico e nel Modello 231 (e nelle procedure aziendali ad essi riferibili) comporta, a carico dei destinatari responsabili di tali violazioni - laddove ritenuto necessario per la tutela degli interessi societari e compatibilmente con quanto previsto dal quadro normativo vigente - l'applicazione dei provvedimenti sanzionatori indicati nel Modello 231 e disciplinati nel regolamento disciplinare aziendale.